Reati tributari

A seguito dell'innalzamento di pena disposto dalla riforma dell'art. 10 del d.lgs. 74/2000 operata con d.lgs. 158/2015, l'Autorità giudiziaria ha ora la possibilità di intercettare conversazioni, comunicazioni telefoniche e altre comunicazioni che siano legate all'occultamento ed alla distruzione di documenti contabili.

Tale facoltà è consentita solo per i fatti di reato commessi a partire dalla data di entrata in vigore del decreto (22.10.2015).

Viene, inoltre, introdotta una nuova causa di non punibilità nell'ipotesi di reati tributari privi del requisito della fraudolenza e ove si proceda all'integrale pagamento di tutte le somme dovute a titolo di imposta, sanzioni e interessi.

Infine, non danno luogo a dichiarazione infedele le valutazioni diverse da quelle corrette in misura inferiore al 10%,, dovendo comunque essere superate le soglie di punibilità.


Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Accettando questa informativa dai il consenso al loro utilizzo. OK Voglio saperne di piĆ¹